Arte e Impresa

Perchè l’investimento in cultura aumenta la competitività delle imprese.

Sul piano della competitività delle imprese, i campi del rapporto con l’opinione pubblica, il giudizio dell’opinione pubblica, l’attenzione al consumatore, il rapporto con le autorità politiche, con gli erogatori del credito, e i cosidetti stakeholder stanno diventando fondamentali nelle nuove strategie aziendali.

Investire in cultura è creare o rafforzare una relazione con il territorio ed i consumatori.

La sponsorizzazione evoluta non è la semplice presenza di un marchio su un manifesto, ma è l’ integrazione dell’ azienda con l’evento culturale finanziato.
Vale a dire che con cultura, competenza, creatività, bisogna costruire una operazione culturale complessa che generi una ricaduta positiva di immagine sull’azienda e soprattutto un aumento di valore del prodotto che fa da sponsor.

Significa uscire dalla trappola della concorrenza solo di costo persa in partenza per il made in Italy, e che è possibile fare un salto di qualità richiamandosi ai valore della bellezza, della qualità e del territorio, di cui i nostri beni culturali sono testimoni universali.

Come fare a superare l’attuale stallo degli investimenti al sud e per superare gli attuali limiti del decreto Artbonus?

L’idea è quella di creare delle forti occasioni di visibilità per i mecenati attraverso la creazione di eventi culturali complessi in analogia a quanto da noi creato negli anni passati e di rendere i cittadini protagonisti attivi, attraverso l’utilizzo dei fortissimi e condivisi segni culturali che ci sono nella nostra città, segni che sublimano le caratteristiche positive ed universalmente riconosciute che ci sono nella nostra cultura e che si possono ribaltare sulle caratteristiche positive delle nostre imprese.
Un esempio?
Le capacità nel problem solving dei nostri imprenditori, che nasce dalla cosiddetta arte di arrangiarsi e superare le difficoltà in cui siamo imbattibili nel mondo.
Un segno forte ed universale su cui lanceremo nei prossimi giorni un grande progetto, legato anche al porto: San Gennaro.